• Home page
  • invia ad un amico
  • Login

Volontari: RELAZIONE ANNUALE :

RELAZIONE ATTIVITA’  2017

Settore sanitario: 

Il secondo anno di attività in convenzione con l’Azienda Regionale per l’Emergenza Urgenza si è svolto con regolarità e senza particolari difficoltà.

Abbiamo effettuato 131 servizi:

-          12 codici rossi

-          74 codici gialli

-          44 codici verdi

-          1 codice nero

L’attività è sempre in forte evoluzione, l’introduzione di nuovi apparati tecnologici come il tablet “Algiz” e dello smartphone “Imprimis” rendono più complicato il compito dei soccorritori, la necessità della centrale operativa di acquisire in tempo reale le condizioni del paziente va a pesare sulle mansioni e competenze della squadra.

Quasi quotidianamente ci vengono comunicate piccole e grandi novità operative e di servizio, i controlli sia da parte dell’organo regionale che della AAT di Brescia sono regolari e molto accurati.

 

 

Siamo parte integrante di un sistema di soccorso efficace, che in questi anni ha rivoluzionato il settore, ottimizzando le forze in campo e affidandosi a chi ottemperava a degli imprescindibili requisiti di efficienza.

 

 

 

In questo contesto la presenza di 2 dipendenti, che si dividono la giornata di picchetto in sede ed i numerosi adempimenti quotidiani, è diventata una condizione necessaria.

I volontari soccorritori sono l’altra faccia della medaglia, senza la quale non sarebbe possibile sostenere il servizio. Il ristretto ma compatto nucleo di soccorritori sistematici, coadiuvato dall’altrettanto prezioso apporto dei soccorritori saltuari, ha rodato degli ingranaggi abbastanza efficienti.

Purtroppo però capita anche che la quotidianità sia sottoposta a degli imprevisti, situazioni che possono essere affrontate solo grazie alla grande disponibilità ed al sacrificio tipici del nostro essere Volontari.

Proprio un anno fa in occasione di quest’assemblea, avevamo presentato l’introduzione del terzo dipendente stagionale, una figura di supporto al servizio nei mesi di lavoro più intenso e soprattutto una garanzia contro i piccoli impasse che qualche volta ci mettono in difficoltà.

Questa decisione si è dimostrata provvidenziale, in particolare in occasione dell’infortunio accorso ad una dipendente rimasta assente dal lavoro per più di un mese.

Questo episodio ha messo in luce la fragilità ed allo stesso tempo la grande forza di questo gruppo di Volontari.

Ci teniamo a precisare che quando parliamo di VOLONTARI includiamo proprio tutti, i dipendenti, gli irriducibili turnisti della settimana, i soccorritori che si rendono diponibili ogni qualvolta possono strappare qualche ora alla propria giornata di lavoro, i vari responsabili di settore, il gruppo dirigente.

L’esperienza in associazione non è esente da complicazioni e da qualche incomprensione, ogni tanto è difficile trovare il bandolo della matassa, capire dove si sbaglia e fare la cosa giusta, forse perché perdiamo di vista quale grande cosa stiamo facendo. Stiamo dando ad un paesino di 2000 abitanti, con la complessità di un territorio vastissimo e di un enorme flusso di turisti, la possibilità di un assistenza sanitaria di emergenza, lo facciamo tirando fuori risorse attribuibili solo ad una grande umanità e dedizione verso il prossimo.

Questi valori sono il bene più grande di un’associazione di volontariato, custodirli e valorizzarli è compito di ognuno di noi.

In questo contesto sono assolutamente inclusi anche i tanti volontari che non operano nel particolare settore del soccorso, ma si prodigano in altre attività altrettanto importanti per la comunità.

 Nell’ambito sanitario abbiamo anche un attivissimo gruppo di addetti al trasporto semplice, i cosiddetti trasporti di infermi.

Le richieste di questi servizi stanno aumentando repentinamente, negli ultimi tempi possiamo dire di non riuscire nemmeno a soddisfare tutte le richieste, non per indisponibilità del personale ma perché abbiamo un solo mezzo a disposizione.

Il corso di primo soccorso, utile alla formazione del personale sanitario per i trasporti  svoltosi la scorsa primavera, è stato utilissimo in quanto abbiamo acquisto un buon numero di volontari, che insieme alle vecchie leve  stanno veramente svolgendo un lavoro incredibile.

Gli stessi volontari si occupano anche dei trasporti sociali con il doblò del comune. Complessivamente nel 2017 abbiamo effettuato 42 servizi. Se pensiamo che nei primi mesi del 2018 abbiamo già svolto piu’ di 20 trasporti, probabilmente si renderà necessario organizzare un nuovo corso per allargare il numero di volontari.

Il corso per Soccorritore Esecutore cominciato in autunno invece ha visto l’adesione di solo 2 candidati. E’ evidente che la mansione di soccorritore richiede una particolare attitudine e passione per il settore. Trovare persone motivate che concludano il percorso formativo e soprattutto che vogliono contribuire attivamente al servizio, è diventato davvero difficile.

Motivazione e costanza nella formazione sono 2 condizioni fondamentali per diventare operatori extraospedalieri del soccorso, nel tempo si è probabilmente persa quella vitalità e quella passione che l’associazione dovrebbe invece costantemente trasmettere agli aspiranti soccorritori, la pesantezza delle competenze richieste ha fatto il resto, determinando uno scarsissimo apporto di nuove risorse.

Per questi motivi è necessario che l’associazione trovi il modo di aprirsi maggiormante verso i giovani, comunicando con entusiamo la “bellezza” di essere volontari e di avere una missione. A breve vorremmo concretizzare il nostro intento di mostrare l’attività di soccorso sanitario nelle scuole. Il progetto del “mini club emergency” a cui stiamo da tempo anelando, stenta a decollare a causa dei forti impegni che assorbono incessantemente il nostro tempo, contiamo comunque  di avere la possibilità di fare i primi incontri con il prossimo anno scolastico.


 

 

 

Settore sociale: 

Durante il 2017 l’Associazione ha continuato nella propria oramai consolidata ed apprezzabile iniziativa sociale:

·    SOSTEGNO A DISTANZA A Pasqua grazie alla vendita delle uova, si sono raccolti parte dei fondi per l'adozione a distanza di 3 bambini della Fondazione Fratelli Dimenticati (Guatemala, Messico, India)

·      TORNEO DELLE ASSOCIAZIONI il Torneo, organizzato dal Coordinamento Associazioni di Tremosine, è ormai una manifestazione consolidata, pienamente condivisa e sotenuta da tutte le associazioni. Lo scopo primario è di raccogliere fondi a sotegno delle necessità sociali di Tremosine ed in parte per la solidarietà internazionale. Divertimento, condivisione e solilarietà sono una ricetta davvero vincente, questa manifestazione ci fa apprezzare il valore del vero lavoro di squadra. Per il 2018 si prevedono grosse novità, il calcio pare sia divenuto un po riduttivo per l’evento, i volontari  saranno chiamati ed esprimersi in una competizione molto più creativa ed elaborata….

·    ACCOGLIENZA  A giugno a sostegno dell’Associazione Oltre le nuvole abbiamo partecipato all’accoglienza di  5 bambine bielorusse più la loro interprete. Con l’aiuto di molte famiglie, volontari e collaboratori possiamo dire di aver intrapreso un’esperienza gratificante oltre che  molto utile per le piccole. Il coinvolgimento e l’affetto che si sviluppa tra le bambine e le persone che se ne prendono cura è davvero forte, accoglierle tra di noi è una gioia e lascia dentro tutti la bella sensazione di aver reso migliore la vita di queste bimbe.


·    ALLIEVI VOLONTARI Come ogni anno l’associazione ha organizzato il gruppo degli Allievi Volontari . L’iniziativa di proporre ai nostri giovani di impegnare il proprio tempo libero in servizi di utilità sociale, vuole essere  un primo approccio al mondo del volontariato ed ai valori di solidarietà e cooperazione che lo caratterizzano. In particolare il lavoro proposto, a tutela e valorizzazione del nostro territorio, è volto a rendere le nuove generazioni responsabili verso la cosa comune. Quest’anno sono stati circa 15 i ragazzi e ragazze che si sono alternati nelle varie uscite, l’attività principale è stata la tinteggiatura della ringhiera che va da Pregasio a Pieve. E’ da tempo che il nostro Presidente Onorario vuole migliorare l’aspetto di questo pezzo di marciapiede e quest’anno ha quasi raggiunto l’obiettivo. I ragazzi sono stati bravissimi e soprattutto diligenti. Il lavoro svolto potrebbe apparentemente sembrare di poco

conto, provate invece a pensare da quanto tempo tale ringhiera versa in queste trascurate condizioni, come sia ora più gradevole e ordinata e soprattutto pensate al messaggio che abbiamo voluto trasmettere:  è compito di noi tutti, a prescindere da responsabilità e competenze,  avere a cuore la cura  del nostro paese. 

Il gruppo degli allievi si dimostra disponibile ed entusiasta anche in occasione dell’organizzazione delle nostre feste, è un piacere  osservarli all’opera e  vedere come trasformano il lavoro in divertimento. I tutor dei ragazzi coordinati da Imo riprenderanno le attività a fine luglio con nuove proposte e lo stesso entusiasmo. 

·    900 A TREMOSINE Quest’anno siamo lieti di essere stati coinvolti dalla Prof.ssa Clara Pilotti nel suo progetto “900 a Tremosine” la mostra fotografica che noi tutti abbiamo potuto apprezzare e vivere.  La grande passione e la consueta concretezza con cui la signora Pilotti si è presa cura  dei volti e delle storie dei nostri antenati, ci rende orgogliosi di aver potuto contribuire, anche se in minima parte, alla realizzazione di una mostra cosi ricca di ricordi ed affetti.

Il nostro supporto è stato puramente formale, tramite l’associazione il progetto ha potuto godere di un contributo erogato dalla BCC del Garda. In accordo con le parti e grazie alla sensibilità della nostra banca, abbiamo potuto fare quest’operazione senza disguido alcuno per l’associazione.

·      PRESIDI ORTOPEDICI Il comodato d’uso gratuito dei presidi ortopedici (letto ortopedico, sedie a rotelle, deambulatori) è sempre molto apprezzato dalle famiglie che ne hanno necessità. Trovare questi strumenti in modo rapido, concorre a migliorare da subito la vita dei famigliari e degli infortunati. Grazie alla ristrutturazione del magazzino, resa possibile dal duro lavoro dei nostri volontari tuttofare,  finalmete le attrezzature hanno un’idonea e comoda collocazione.

·      RACCOLTA  TAPPI  Siamo rimasti una delle poche associazioni che persevera in questa attività, che ci impegna in un costante lavoro di recupero e stoccaggio. Fanno riferimento a noi zone anche lontane come Toscolano e Salò che non trovano altri enti presso cui far convogliare i tappi. Siamo felici di evitare lo spreco di tanta preziosa plastica ed allo stesso tempo di contribuire  al finanziamento del centro ricerche dell’ospedale Niguarda di Milano.

·      ARTIGIANATO DEL RIUSO Per quanto riguarda l’attività “Artigianato del Riuso” svolta in collaborazione con l’Associazione La Löm, quest’anno abbiamo riscontrato un calo della partecipazione, il gruppo trainante ha comunque lavorato molto bene, portando a termine dei bellissimi lavori frutto di vera creativita’. Il laboratorio si è arricchito di nuovi macchinari ed è stato reso ancora più funzionale. Sono stati riproposti sia il corso di cucito che di approccio alla lavorazione del legno. Per il prossimo futuro stiamo pensando a dei nuovi corsi: di restauro e di cucina consapevole, vedremo inoltre di introdurre alcune opzioni che stimolino l’interesse per il recupero creativo e diano nuovo slancio all’attività. I manufatti prodotti dal laboratorio si possono visionare sul sito internet www.tremosinecommunity.org.


·   Gli scopi più immediati dell’attivita: aggregazione, sviluppo dell’artigianato creativo e riciclo sono molto importanti, l’impegno nel settore però vorrebbe andare oltre, determinando  la  diffusione di una maggior consapevolezza riguardo un male vero del nostro tempo, lo spreco ed il dissennato utilizzo delle risorse del nostro pianeta. Educazione ed informazione sono i mezzi più importanti di cui ognuno di noi dovrebbe disporre per essere consapevole di quanto accade,  al fine di adottare uno stile di vita utile a frenare un meccanismo decisamente distruttivo.

    L’obiettivo è di farsi veicolo di informazione e di un messaggio: una goccia nel mare non determina un cambiamento  ma un mare di gocce lo possono fare.

·      MERCATINO SOLIDALE Come sapete da sempre l’associazione raccoglie aiuti umanitari di tutti i tipi in modo continuativo. Da qualche tempo quest’attività abbinata all’artigianato del riuso ha dato vita ad un ulteriore sbocco sociale, il mercatino “Di Mano in Mano”. Lo scopo è  innanzitutto quello di ridurre la rottamazione di oggetti che possono essere riutilizzati e di conseguenza diminuire la produzione di rifiuti, inoltre gli oggetti che qualcuno dismette possono essere utili a qualcun altro, quindi si crea una sorta di scambio. Oltre al valore etico-ecologico di questo sistema, se riusciremo a gestire adeguatamente il mercatino, si potrebbe sperare anche di ottenere dei piccoli introiti per l’associazione. Nonostante l’attività non sia ancora ben organizzata, anche quest’anno abbiamo recuperato e reindirizzato veramente tanti oggetti e materiali, senza trascurare le consuete assegnazioni alla Caritas ed all’associane EST-portiamo.

Ci auguriamo quindi di trovare la collaborazione di un gruppetto di volontari che si occupino attivamente di questo mercatino rendendolo produttivo.

 

Tutti gli oggetti disponibili presso il nostro magazzino sono visualizzabili sul sito internet www.tremosinecommunity.org

 

·      SANTA LUCIA Il gruppo della Santa Lucia, composto da molti giovani del Coordinamento Associazioni, si prodiga sempre con allegria per questo immancabile appuntamento. Quest’anno  il giro col carretto è stato allietato dalle nuove leve della banda, davvero bravissimi. L’atmosfera è  stata come sempre di grande festa.

 


ASSOCIAZIONE VOLONTARI TREMOSINE – ONLUS
Via della Libertà 12 – 25010 Tremosine (BS) -Tel. 0365/918079 – Fax 0365/918663 - Cof fisc. 96010670170  info@volontaritremosine.org
Iscrizione al Registro Regionale del Volontariato D.P.G.R. Lombardia n° 1314 del 11/03/96 al foglio n° 490 progressivo 1954